Comune di Castelplanio (AN)

Sentiero del Granchio Nero

 
Si trova nel territorio di confine tra Castelplanio e Rosora in una cornice suggestiva di natura primordiale. Partendo dal museo castelplanese (capoluogo, palazzo municipale) si scende per via Caciampa arrivando vicino al fosso e alla zona umida regno del granchio nero. Percorsi appositamente realizzati (per circa 2 chilometri) attraversano il bosco fluviale e ripariale dove la vegetazione imponente con specie arboree rare come l'ontàno bianco e specie floreali che vanno dal narciso all'orchidea selvatica, con imponente presenza del farfaraccio e di epatiche per arrivare alle beccalunga e all'ombelico di Venere. Da menzionare l’antica Fonte del Coppo (sec. XVIII), prima fonte di approvvigionamento idrico di Castelplanio. L'acqua del fosso perenne, la cui qualità è intanto molto migliorata dal '95 per la cessata affluenza di scarichi, è in realtà un piccolo fiume tutto da scoprire, con cascate e mini-laghetti semisconosciuti e molto suggestivi perché circondati e protetti da un rigoglioso e imponente bosco fluviale. Saranno soprattutto le scolaresche a essere privilegiate nelle escursioni, ma anche i privati (meglio se in gruppo) potranno visitarlo e goderne vedute e scoperte, accompagnati da guide professionalmente preparate. La camminata termina a valle, dopo circa un'ora e mezzo, in località Macine di Castelplanio.

Info e Prenotazioni:
Claudio Paolini (GEAMBIENTE): 333.2657711 - 071.781232
e-mail: c.paolini@libero.it dr.fiacchini@libero.it
 
Vegetazione del Sentiero Granchio Nero
 

Vegetazione del Sentiero Granchio Nero